• *
  • *
  • *

La Parola di Oggi

Lunedì, 26 Giugno 2017

Letture - Rito Ambrosiano
Lunedì nella settimana della III Domenica dopo Pentecoste
Anno 1
Rito Ambrosiano



LETTURA
Lv 9, 1-8a. 22-24
Nellesercizio del servizio sacerdotale si manifesta la gloria di Dio.
Lettura del libro del Levitico.

Lottavo giorno, Mosè convocò Aronne, i suoi figli e gli anziani dIsraele e disse ad Aronne: «Procùrati un vitello per il sacrificio per il peccato e un ariete per lolocausto, tutti e due senza difetto, e presentali davanti al Signore. Agli Israeliti dirai: “Prendete un capro per il sacrificio per il peccato, un vitello e un agnello, tutti e due di un anno, senza difetto, per lolocausto, un toro e un ariete per il sacrificio di comunione, da immolare davanti al Signore, e infine unoblazione impastata con olio, perché oggi il Signore si manifesterà a voi”».
Essi dunque condussero davanti alla tenda del convegno quanto Mosè aveva ordinato; tutta la comunità si avvicinò e restarono in piedi davanti al Signore. Mosè disse: «Ecco ciò che il Signore vi ha ordinato; fatelo e la gloria del Signore vi apparirà». Mosè disse ad Aronne: «Avvicìnati allaltare: offri il tuo sacrificio per il peccato e il tuo olocausto e compi il rito espiatorio in favore tuo e in favore del popolo; presenta anche lofferta del popolo e compi per esso il rito espiatorio, come il Signore ha ordinato».
Aronne dunque si avvicinò allaltare e scannò il vitello del sacrificio per il proprio peccato.
Aronne, alzate le mani verso il popolo, lo benedisse; poi discese, dopo aver compiuto il sacrificio per il peccato, lolocausto e i sacrifici di comunione. Mosè e Aronne entrarono nella tenda del convegno; poi uscirono e benedissero il popolo e la gloria del Signore si manifestò a tutto il popolo. Un fuoco uscì dalla presenza del Signore e consumò sullaltare lolocausto e le parti grasse; tutto il popolo vide, mandarono grida di esultanza e si prostrarono con la faccia a terra.
Parola di Dio.


SALMO
Sal 95 (96)
La gloria del Signore si manifesta nel suo santuario.

Cantate al Signore un canto nuovo,
in mezzo alle genti narrate la sua gloria.
Maestà e onore sono davanti a lui,
forza e splendore nel suo santuario. R.

Portate offerte ed entrate nei suoi atri,
prostratevi al Signore nel suo atrio santo.
Tremi davanti a lui tutta la terra.
Dite tra le genti: «Il Signore regna!». R.

Gioiscano i cieli, esulti la terra,
davanti al Signore che viene:
sì, egli viene a giudicare la terra;
giudicherà il mondo con giustizia
e nella sua fedeltà i popoli. R.


CANTO AL VANGELO
Cfr. Mc 2, 27
Alleluia.
Il sabato è stato fatto per luomo
e non luomo per il sabato, dice il Signore.
Alleluia.


VANGELO
Lc 6, 1-5
Lettura del Vangelo secondo Luca.

Un sabato il Signore Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli coglievano e mangiavano le spighe, sfregandole con le mani. Alcuni farisei dissero: «Perché fate in giorno di sabato quello che non è lecito?». Gesù rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Come entrò nella casa di Dio, prese i pani dellofferta, ne mangiò e ne diede ai suoi compagni, sebbene non sia lecito mangiarli se non ai soli sacerdoti?». E diceva loro: «Il Figlio delluomo è signore del sabato».
Parola del Signore.



Saggezza popolare dal mondo:
Per chi fa ogni cosa al tempo gusto, ogni giorno ne vale tre (Cina)