+

IL SITO E' IN FASE DI MANUTENZIONE. LE MEDITAZIONI E LE ALTRE SEZIONI DEL SITO SARANNO AGGIORNATE A PARTIRE DA SETTEMBRE. PRESTO IL SITO AVRA' UNA NUOVA VESTE GRAFICA

Proverbi dal mondo:

Una proposta per ..."vivere"... la Parola!

Non lasciarti mai abbattere dalla tristezza.
Tutti i dolori hanno un termine. Aspetta che il tempo, con le sue mani piene di balsamo, ti porti sollievo.
L'azione del tempo è infallibile, e ci guida soavemente per il cammino giusto, alleviando i nostri dolori, così come la brezza leggera rinfresca il caldo dell'estate.
Più in fretta di quanto tu supponga, avrai la risposta, nella consolazione di cui hai bisogno.

Segnala nei social networks...


La meditazione di oggi

MEDITAZIONE QUOTIDIANA

Venerdì - 3.a di Avvento


Parola - Prima lettura Is 56, 1-3a.6-8
Così dice il Signore: «Osservate il diritto e praticate la giustizia, perché la mia salvezza sta per venire, la mia giustizia sta per rivelarsi». Beato l'uomo che così agisce e il figlio dell'uomo che a questo si attiene… ».

Riflessione
«Osservate il diritto e praticate la giustizia, perché la mia salvezza sta per venire». Cos’è la giustizia di Dio? È la liberazione dal peccato, ma soprattutto, la giustizia è la vita nello Spirito. Giustizia e iniquità si contrappongono come la luce alle tenebre. La giustizia del cristiano è il suo stato di giustificazione e liberazione. Com'è stato ottenuto? Per mezzo della morte di Cristo: unito a Gesù muori al peccato e risorgi a vita nuova. La giustizia di Dio è l'amore infinito di Dio che si contrappone alla giustizia degli scribi e dei farisei. Cercate di esaminare davanti al Signore se i vostri comportamenti si allineano alla giustizia di Dio o dei farisei. Lui ci vuole conformi all’immagine del Figlio suo, questo è il sogno di Dio. E ogni sera chiedo: «Signore, ti assomiglio un po’? Oggi non c'è più qualcosa di Cristo in me, ho cancellato tutto? Oppure oggi sto un po’ meglio, Signore?»


Parola - Vangelo Gv 5, 33-36
… «Voi avete inviato dei messaggeri a Giovanni ed egli ha dato testimonianza alla verità.. Egli era la lampada che arde e risplende, e voi solo per un momento avete voluto rallegrarvi alla sua luce. Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni: le opere… testimoniano di me che il Padre mi ha mandato».

Riflessione
Giovanni non era la luce, però era prova sicura della vera luce. La luce vera è venuta nel mondo degli uomini. Ma come i topi vogliono stare al buio, così pure gli uomini di fronte a Cristo, si sentono disturbati perché non vogliono camminare. Siamo chiamati a conformare la nostra vita a Cristo, quindi il grande problema è come io mi pongo di fronte a Cristo. Allora vi faccio una domanda: Chi è Cristo per voi? Che forza ha lui e quanto conta nella vostra vita? Come vi determina Cristo? Qual è il grado di amore che avete verso il Signore? Ad un certo punto dell'esistenza bisogna porsi veramente di fronte a Cristo e smettere di giocare; avere il coraggio di guardarlo in volto e non avere paura neanche dei nostri peccati, dei nostri limiti, perché Cristo ha vinto la morte dentro di noi. Bisogna avere il coraggio di sentirsi attirati da Gesù!

#####
SEZIONI DEL SITO:




SEMPRE NEL SITO: