ORACOLO DI OGGI

LA SETE DI GESÙ

1. Quale sete provi Gesù.
1. Sete fisica, dopo tanto spargimento di sangue, dopo tante fatiche e viaggi, Gesti manifesta, con una sola parola, l'arsura che lo divora. 2. Sete spirituale, cioè sete di maggiori tormenti, se così fosse piaciuto all'Eterno suo Padre e fosse stato meglio per noi. 3. Sete mistica della nostra salvezza, dei nostri compatimenti, del nostro amore, della nostra felicità. Dammi il tuo cuore!... E tu osi negarglielo?

2. Il fiele.
Gesù chiedeva ben poco: un sorso di acqua; il suo stato di agonizzante avrebbe mosso chiunque a pietà... Ma per Gesù nessuno sente compassione. Una spugna intinta nel fiele viene presentata a lui per tutto ristoro. Tale atto cinico e disumano eccita certo la tua indignazione. Eppure Gesù tante volte chiede a te di lasciare un capriccio, un cattivo sfogo, una bugia: chiede a tè di pensare all'anima tua; e non glielo neghi tu forse porgendogli amaro fiele?...

3. Gesù gusta il fiele.
Siccome l'amara bevanda era simbolo dello stato in cui si trovavano sia il corpo che l'anima sua, l'assaggiò, ma non la volle bere tutta. Una parte rimase per te e Gesù t'invita a partecipare al suo calice del dolore, a bere con lui almeno una stilla di fiele. Consola Gesù sottomettendoti alla sua santa volontà in tutto ciò che disporrà per tuo bene.

PRATICA: Fa una mortificazione nel bere e nel mangiare, dicendo: Gesù sulla croce, ed io nelle delizie?


* * * * * * * * * *

Preghiera da recitare almeno una volta al giorno per tutto il mese di Marzo:
ORAZIONE DI SANT'AGOSTINO
O Redentore dell'anima mia, ecco ai piedi della vostra Croce un miserabile peccatore, per supplicarvi d'una goccia del vostro Sangue per lavare i suoi peccati. Mi riconosco colpevole delta vostra morte, e confesso d'avervi io, coi miei peccati, inchiodato su questa Croce. Pure. udendo che voi chiedete dal Padre pietà per i crocifissori, oso invocare la vostra misericordia. Trafiggete, con un chiodo delle vostre mani, questo durissimo cuore. Spargete sopra quest'anima una stilla del vostro Sangue. Rimirate, coi vostri occhi ardenti d'amore, questo mostro d'ingratitudine.
Io, sopraffatto dalla vostra carità, vorrei amarvi sopra ogni bene, e aborrire sopra ogni male il peccato, come cagione della vostra morte. Aiutatemi a farlo. Voglio morire prima di ritornare ad offendervi.

Santi protettori del mese di Marzo:
S. Giuseppe, S. Tommaso d'Aquino, L'Arcangelo Gabriele.

Giaculatoria da recitare almeno una volta al giorno per tutto il mese di Marzo:
Gesù Cristo crocifisso, abbi pietà di me.

Virtù da esercitare per tutto il mese di Marzo:
La mortificazione dei sensi.



ARRIVEDERCI A DOMANI!

Martedì,
28 Marzo 2017


Oggi la Chiesa ricorda:
S. Sisto III Papa

Liturgia di oggi:
(rito romano):
Ez 47,1-9.12; Sal 45; Gv 5,1-3a.5-16
Dio è per noi rifugio e fortezza

(rito ambrosiano):
Gen 27, 1-29; Sal 118 (119), 97-104; Pr 23, 15-24; Mt 7, 6-12

Frase del giorno:
L'avvenire è la più ricca rendita della fantasia

Proverbio di oggi:
Chi non ha un passato, non ha un futuro (Nepal)

Simbolo

* * * * *
Ops! E' possibile rivedere l'oroscopo di ieri?