18. Dell’Insegnare

Allora un maestro disse: Parlaci dell’Insegnamento.
Ed egli disse:
Nessuno può insegnarvi nulla che già non sonnecchi nell’alba della vostra conoscenza.
L’insegnante che passeggia all’ombra del tempio in compagnia dei discepoli non elargisce la sua sapienza, bensì la sua fede ed il suo amore.
Se è veramente saggio non vi ordina di entrare nella casa della sua sapienza, bensì vi conduce alla soglia della propria mente.
L’astronomo può illustrarvi la sua conoscenza dello spazio, ma non può infondervela.
Il musicista può cantarvi la melodia che è nell’aria, ma non può darvi l’orecchio che sa cogliere la melodia né la voce che la sa ripetere.
E l’esperto della scienza dei numeri può spiegarvi che cosa sono i pesi e le misure, ma non può portarvi oltre.
Infatti la visione di un uomo non presta le proprie ali ad un altro.
E come ognuno di voi è solo nella conoscenza di Dio, così ognuno di voi deve essere solo nella propria conoscenza di Dio e nella propria comprensione della terra.