8. La Goccia di Rugiada

Ed un mattino, quando il cielo era ancora avvolto dal pallore dell’alba, camminavano insieme nel Giardino guardando ad oriente ed in silenzio ammiravano il sole nascente.
E poi Almustafa fece segno con la mano e disse: «L’immagine del sole del mattino riflessa in una goccia di rugiada è pari al sole. Il riflesso della vita nella vostra anima è pari alla vita».
«La goccia di rugiada riflette la luce perché è un tutt’uno con la luce e voi rispecchiate la vita perché voi e la vita siete una cosa sola».
«Quando l’oscurità vi ricopre dite: «Quest’oscurità è un’alba che deve ancora sorgere; e sebbene senta le doglie della notte su di me, tuttavia l’alba spunterà su di me come sulle colline».
«La goccia di rugiada che rotola la sua sfera nella cavità oscura del giglio non è diversa da voi, che raccogliete la vostra anima nel cuore di Dio.
«Se una goccia di rugiada vi dicesse: «Sarò una goccia di rugiada solo una volta ogni mille anni», parlate e rispondetele dicendo: «Non sai che la luce di tutti gli anni risplende nella tua sfera?».