Il Profeta

Il Profeta è ritenuto, giustamente, il capolavoro di Gibran, perché ci offre una visione globale del mondo filosofico, etico, sociale, utopistico del nostro autore.
La trama:
Almustafa – il profeta, appunto -, prima di imbarcarsi sulla nave che lo riporterà in patria, la sua «terra di memorie», la «dimora delle sue grandi ansie», si rivolge alla gente di Orphalese, la città dove ha vissuto per dodici anni, per rivelare il «segreto più profondo» dell’uomo e della vita.
Per rispondere alle domande del popolo, pronuncia una serie di discorsi sui vari aspetti dell’esistenza: amore, figli, lavoro, gioia, dolore, casa, leggi, libertà, amicizia, tempo, preghiera, piacere, bellezza, religione, morte, conoscenza, bene, male, … Un discorso globale, dunque, che trascende il tempo e lo spazio per approdare all’eterno e all’universale. La poesia si ammanta di profezia perché, mediante la parola del poeta, parla lo Spirito.

Il Profeta è un testo da godere, ma ancor più da meditare.

Buona lettura!

28. Congedo

E così si fece sera. Ed Almitra la veggente disse: Siano benedetti questo giorno, questo luogo e questa anima che ha parlato. Ed egli rispose: Forse che son stato a parlarvi? Non ero anch’io un uditore? Allora scese i gradini del tempio e tutta la gente lo seguì. Raggiunse la sua nave e restò in […]

27. Della morte

Allora Almitra disse: Ora vorremmo chiederti della Morte. Ed egli disse: Voi vorreste conoscere il segreto della morte. Ma come potrete trovarlo se non lo cercate nel cuore della vita? Il gufo, i cui occhi amici della notte sono ciechi durante il giorno, non può svelare il mistero della luce. Se volete proprio guardare in faccia […]

26. Della Religione

Ed un vecchio sacerdote disse: Parlaci della Religione. Ed egli disse: Ho forse oggi parlato di qualcos’altro? Non è forse religione ogni atto ed ogni pensiero, E ciò che non è né atto né pensiero non è forse altro che stupore e sorpresa che sgorgano sempre dall’anima, anche quando le mani spaccano la pietra o tendono […]

25. Della Bellezza

Ed un poeta disse: Parlaci della Bellezza. Ed egli rispose: Dove cercherete e come potrete trovare la bellezza, se questa non sarà il vostro sentiero e la vostra guida? E come potrete parlarne, se questa non intesserà il vostro discorso? L’afflitto e l’offeso dicono: «La bellezza è gentile e nobile. Come una giovane madre confusa dalla […]

24. Del Piacere

Allora un eremita, che si recava in città una volta all’anno, si fece avanti e disse: Parlaci del Piacere. Ed egli rispose: Il piacere è un canto di libertà, Ma non è la libertà. E’ la fioritura dei vostri desideri, Ma non è il loro frutto. E’ un abisso che invoca un’altura, Ma non è né […]

23. Della Preghiera

Allora una sacerdotessa disse: Parlaci della Preghiera. Ed egli disse: Pregate nella disperazione e nel bisogno; ma vorrei che riusciste a pregare anche nella pienezza della gioia e nei giorni dell’abbondanza. Infatti che cosa è la preghiera se non il prolungamento di voi nell’etere vivente? E se vi è di consolazione riversare il vostro tramonto nello […]

22. Il Bene e il Male

Ed uno degli anziani della città disse: Parlaci del Bene e del Male. Ed egli rispose: Del bene che è in voi posso parlare, ma non del male. Infatti che cosa è il male se non il bene torturato dalla fame e dalla sete? In verità il buono quando ha fame cerca il cibo anche negli […]

21. Del Tempo

Ed un astronomo disse: Maestro, parlaci del Tempo. Ed egli rispose: Vorreste misurare il tempo, incommensurabile ed infinito. Vorreste regolare il vostro comportamento ed anche dirigere il corso del vostro spirito secondo le ore e le stagioni. Vorreste fare del tempo un ruscello per poi sedervi sulle sue rive a vederlo scorrere. Tuttavia l’eterno che è […]

20. Del Discorrere

Allora uno studioso disse: Parlaci della Parola. Ed egli rispose: Voi parlate quando cessate di essere in pace con i vostri pensieri; E quando non potete più abitare nella solitudine del vostro cuore vivete sulle vostre labbra, ed il suono diventa per voi distrazione e passatempo. Ed in molte delle vostre parole il pensiero è quasi […]

19. L’Amicizia

Ed un giovane disse: Parlaci dell’Amicizia. Ed egli rispose: L’amico è la risposta alle vostre necessità. E’ il campo che seminate con amore e mietete con riconoscenza. E’ la mensa ed il focolare. Infatti se affamati, ricorrete a lui e da lui andate a cercare la vostra pace. Quando un amico vi dice il proprio parere, […]

18. Dell’Insegnare

Allora un maestro disse: Parlaci dell’Insegnamento. Ed egli disse: Nessuno può insegnarvi nulla che già non sonnecchi nell’alba della vostra conoscenza. L’insegnante che passeggia all’ombra del tempio in compagnia dei discepoli non elargisce la sua sapienza, bensì la sua fede ed il suo amore. Se è veramente saggio non vi ordina di entrare nella casa della […]

17. Della Conoscenza

Ed un uomo disse: Parlaci della Conoscenza dell’Essere. Ed egli rispose: Nel silenzio i vostri cuori conoscono i segreti del giorno e della notte. Ma le vostre orecchie sono assetate di percepire ciò che il vostro cuore conosce. Vorreste potere esprimere a parole ciò che avete sempre pensato. Vorreste toccar con mano il corpo nudo dei […]

16. Il Dolore

Ed una donna disse: Parlaci del Dolore. Ed egli disse: Il dolore è lo spezzarsi del guscio che contiene la vostra conoscenza. Come l’involucro del frutto deve rompersi, affinché il suo cuore possa godere del sole, così voi dovete conoscere il dolore. E se poteste custodire in cuore lo stupore per i quotidiani miracoli della vita, […]

15. Ragione e Passione

E la sacerdotessa parlò ancora e disse: Parlaci della Ragione e della Passione. Ed egli rispose: La vostra anima non è altro che un campo di battaglia ove si scontrano la ragione ed il giudizio con la passione e l’avidità. Vorrei poter fungere da paciere nella vostra anima in modo da trasformare la discordia e la […]

14. Della libertà

Ed un oratore disse: Parlaci della Libertà. Ed egli rispose: Vi ho visto prosternati ad adorare la vostra libertà presso le porte della città e presso il focolare, Come gli schiavi si umiliano davanti al tiranno lodandolo sebbene li uccida. Sì, nel bosco del tempio ed all’ombra della cittadella ho visto i più liberi fra voi […]

13. Delle Leggi

Allora un avvocato disse: Cosa ne pensi delle nostre Leggi, maestro? Ed egli rispose: Vi dilettate ad emanare le leggi, Ma ancor di più vi dilettate ad infrangerle. Come bambini che giocano in riva all’oceano e con cura costruiscono torri di sabbia per poi distruggerle con una risata. Ma mentre voi costruite le vostre torri di […]

12. Colpa e Castigo

Allora uno dei giudici della città si fece avanti e disse: Parlaci della Colpa e del Castigo. Ed egli rispose: E’ quando il vostro spirito vaga nel vento, Che voi, soli ed imprudenti, commettete un errore verso gli altri e di conseguenza verso voi stessi. E per quell’errore dovete bussare ed attendere a lungo davanti alla […]

11. Del Comprare e del Vendere

Ed un mercante disse: Parlaci del Comprare e del Vendere. Ed egli rispose: La terra vi elargisce i propri frutti e questi non vi verranno mai a mancare se solo saprete empirvene le mani. E’ nello scambio dei beni della terra che troverete l’abbondanza e sarete sazi. Tuttavia se lo scambio non vien fatto con amore […]

9. Le Case

Allora si fece avanti un muratore e disse: Parlaci della Casa. Ed egli rispose: Costruite con l’immaginazione un riparo nel deserto prima di costruire una casa entro le mura della città. Poiché come voi rincasate al crepuscolo, altrettanto fa il nomade che è in voi, sempre esule e solo. La vostra casa è il vostro corpo […]

8. Gioia e Dolore

Allora una donna disse: Parlaci della Gioia e del Dolore. Ed egli rispose: La vostra gioia è il vostro dolore smascherato. E il medesimo pozzo da cui proviene il vostro riso è stato spesso riempito dalle vostre lacrime. E come può essere altrimenti? Quanto più a fondo il dolore incide nella vostra vita, tanta più gioia […]

7. Il Lavoro

Allora un vecchio oste disse: Parlaci del Mangiare e del Bere. Ed egli disse: Vorrei che poteste vivere con gli umori della terra e crescere come un rampicante con la luce. Ma siccome per nutrirvi dovete uccidere e per placare la vostra sete dovete staccare il neonato dal seno materno, rendete questo atto un atto di […]

6. Del Mangiare e del Bere

Allora un vecchio oste disse: Parlaci del Mangiare e del Bere. Ed egli disse: Vorrei che poteste vivere con gli umori della terra e crescere come un rampicante con la luce. Ma siccome per nutrirvi dovete uccidere e per placare la vostra sete dovete staccare il neonato dal seno materno, rendete questo atto un atto di […]

5. I Doni

Allora un ricco disse: Parlaci del Dare. Ed egli rispose: Date poco quando date dei vostri beni. E’ quando donate voi stessi che date veramente. Poiché cosa sono i vostri beni se non degli oggetti che tenete ben stretti nel timore di averne bisogno in un domani? E domani, che cosa porterà il domani al cane […]

4. Dei Figli

Ed una donna che si stringeva un bimbo al petto disse: Parlaci dei Figli. Ed egli disse: I vostri figli non sono i vostri figli. Essi sono i figli e le figlie del desiderio che la vita ha di se stessa. Essi arrivano grazie a voi, ma non da voi, E sebbene siano con voi, non […]

3. Del Matrimonio

Ed Almitra parlò e disse: E cosa ci dici, maestro, del Matrimonio? Ed egli rispose: Insieme siete stati generati, ed insieme resterete per sempre. Insieme resterete anche quando le bianche ali della morte porranno fine ai vostri giorni. Sì, insieme resterete anche nella tacita memoria di Dio. Ma fate in modo che la vostra unione sia […]

2. Dell’Amore

Allora Almitra disse: Parlaci dell’Amore. Egli levò il capo e guardò il popolo e poi su di loro scese un silenzio profondo. Ed egli a gran voce disse: Quando l’amore vi fa cenno, seguitelo, Benché le sue vie siano difficili e scoscese. E quando le sue ali vi avvolgono, abbandonatevi a lui, Benché la sua lama, […]

1. L’arrivo della nave

Almustafa, l’eletto e l’amato, che era all’alba del suo giorno, aveva atteso dodici anni nella città di Orphalese il ritorno della nave che doveva ricondurlo all’isola natia. E nel dodicesimo anno, il settimo giorno di Ielool, il mese del raccolto, salì sulla collina fuori dalle mura della città e volse lo sguardo verso il mare; […]