La libertà

Per questo sto sellando il mio cavallo; penso che la mia avventura di cavaliere sia finita stanotte qui a Spoleto. Quando mi sono svegliato dal torpore, ho fissato il cielo. Ho visto un mare di stelle e ho pensato che ognuna di esse ha il suo posto preciso, insostituibile … chissà, forse anch’io sono una piccola stella che deve brillare, ma ora non riesco a incastrarmi nell’universo della. vita. La mia luce non è ancora forte, non potrei riscaldare nessuno! Una cosa comunque è certa: non ho più alcun motivo di continuare a illudermi che diverrò un valoroso guerriero … Mio padre sarà deluso e probabilmente mi punirà … Scusa se mi sono sfogato con te, ma mi sento solo; se vuoi, puoi aiutarmi scrivendomi. Anche a te sono caduti i castelli di carta che avevi costruito con tanta cura?

Firma

libertà

La libertà
Il desiderio di libertà che ti porti dentro è la cosa di cui sei più geloso. La tua libertà è un tesoro da custodire e da amministrare con cura, perché nessuno te lo rapisca.

Alla ricerca di questo tesoro, però, ti accorgi di cadere in inganno. I tuoi desideri sono a volte come dei tiranni e pretendono che tu obbedisca senza alcuna opposizione alle loro esigenze. E quando non sei capace di opporti alla loro arroganza ti ritrovi egoista, freddo e cinico, preoccupato solo di te stesso. Ma è questa la vera libertà?

L’uomo è sempre al servizio di qualcosa o di qualcuno, perché non è onnipotente, non è Dio. Gesù nel Vangelo ci ricorda che possiamo servire un solo padrone (Lc 16,13). Noi siamo servi di ciò che amiamo.

Siamo stati creati da Dio. Solo quando siamo al suo servizio viviamo nella libertà. Ogni altro padrone è un tiranno esigente e senza scrupoli. Il denaro, il potere, i soldi, la lussuria ti illudono di aprirti mille possibilità e poi ti chiudono attorno le porte della loro misera prigione.

  • A chi vuoi affidare la tua libertà?
  • Quale progetto sogna per te il Signore, per liberare tutte le tue possibilità?

Francesco Se questa è la libertà, allora…