La lode di Dio

Ma la pace deve regnare anche nel tuo cuore, e per farlo deve trovare un terreno fertile. Domattina alzati all’alba e guarda il sole che sorge. Rimani in silenzio e sentirai gli uccelli che parlano tra loro. Unisciti al loro vocio e insieme ringraziate Dio per tutte le creature che ha generato, te com­preso. Quando l’avrai fatto ti sentirai in pace con te stesso e con tutti.

Firma

lode

La lode di Dio
Siamo così facili a lamentarci delle contrarietà inevitabili che la vita ci porta. Abbiamo la pretesa che tutto sia sempre secondo il nostro comodo, il nostro progetto. Così, alla spasmodica ricerca di ciò che sempre ci deve soddisfare e nel tentativo di evitare ogni sofferenza o contrarietà, anche la più piccola, perdiamo il dono più prezioso e grande: il regno di Dio.

Nel rapporto di comunione intima con Dio è possibile leggere tutte le cose in un modo nuovo ed esultare per tutto quanto Dio ha creato e compie nel mondo e nella nostra vita. Questa è l’esperienza di Gesù in uno dei momenti più difficili della sua vita (leggi Mt 11,25-30).

Quando Dio abita nel nostro cuore tutto si illumina, e si riscalda anche la buia notte del dolore. Anche nella situazione più difficile e tormentata, noi siamo con lui nel suo Regno di vita e di pace, dove le stelle brillano luminose. Con lui accanto anche il carico più pesante diventa leggero e il freddo più intenso è riscaldato del tepore del sole del mattino. Con lui che vive in noi tutto canta e grida di gioia attorno a noi e possiamo farci voce di tutte le creature per cantare la lode di Dio.

  • Sai vedere tutto il bene che Dio ha diffuso nel mondo, prima di lamentarti per il male e la fatica che devi affrontare?
  • In ogni situazione sai riconoscere la mano provvidente di Dio e innalzare al Signore il tuo grazie per i suoi doni?

Francesco Ti ringrazio, mio Dio, per…