La natura

Gli animali sono figli di Dio, quindi nostri fratelli. E i fratelli vanno ri­spettati. Non chiedono mai niente, sta a noi offrire loro quel po’ che abbiamo! Non sei d’accordo? Scrivimi presto. Ciao,

Firma

natura

La natura
Nella logica del possesso e del consumismo abbiamo fatto rientrare tutto, anche le cose più sacre, come il mondo in cui viviamo.

Spesso trattiamo il mondo e tutte le cose che contiene come se fosse di nostra proprietà, come se ce lo fossimo procurato noi e ci appartenesse. Non ci rendiamo conto che, invece, la natura che ci circonda è un dono prezioso, un dono che non abbiamo meritato e del quale non siamo padroni, ma solo amministratori.

Il mare e i monti, il sole e le stelle, il cielo e i prati, gli alberi e gli animali non sono delle «cose» da usare, da sfruttare finché c’è in essi qualcosa da «spremere» per noi. Essi hanno una dignità così grande da essere chiamati a far parte della creazione nuova in cui tutti i figli di Dio saranno radunati (Rm 8,19-23).

Essi esistono per qualcosa: per aiutarci a lodare il Signore che ha fatto cose così grandi e belle e per rallegrare la nostra vita (leggi Dn 3,51-90).

  • Ti accorgi che nella bellezza delle cose che ti circondano si vede un raggio della bellezza stessa di Dio che le ha create?
  • Sai rispettare la natura perché ci parla di Dio?

Francesco C’è tutto un mondo intorno a me…