Riflessioni con Card. Ravasi

5 Minuti del tuo tempo per riflettere ogni giorno su un tema di vita quotidiana assieme al Card. Ravasi

Breviario Laico, LUOGHI COMUNI

Ogni pensatore che vorrà diventare oratore, ogni uomo di spirito e di cuore che vorrà diventare ed essere eloquente, muovere le masse, dominare le assemblee, agitare gli imperi con la sua parola, non avrà da fare nient’altro che passare dalla regione delle idee al territorio dei luoghi comuni. – VICTOR HUGO

Breviario Laico, COME SEI TU

Ogni uomo altro non è che figlio della tua stessa specie. Ogni uomo ha un’anima, un’anima come la tua, tutti sono sensibili. Sensibili come sei tu. – AL HATTABI

Breviario Laico, UN MANTO DI SANGUE

La guerra è il prodotto di una corruzione precedente e, al tempo stesso, produce nuova corruzione. / Il sangue è il ricco manto del dio delle armi. – LEWIS MUMFORD / CHRISTOPHER MARLOWE

Breviario Laico, UNA DONNA SEMPLICE

Vive sola con la figlia Susanna, gravemente inferma dai primi mesi di vita L’infermità della figlia le impedisce di pensare alla propria morte tranquillamente. Tuttavia ha fiducia nella provvidenza, nell’affetto degli altri figli, negli angeli custodi. Benché in modo caotico, tormentato e discontinuo, crede in Dio. – NATALIA GINZBURG

Breviario Laico, LA LUCE DELLA LUNA

Era una sera solitaria. Leggevo un libro a lungo, finché il mio cuore divenne arido. Mi pareva che la bellezza fosse una cosa foggiata da mercanti di parole. Stanco, chiusi il libro e spensi la candela. In un istante la stanza fu inondata dalla luce della luna. – TAGORE

Breviario Laico, LA FARISEA

Alla sera della sua vita, Brigida Pian aveva finalmente scoperto che non bisogna assomigliare a un servitore orgoglioso, preoccupato di abbagliare il padrone pagando il suo debito fino all’ultimo obolo, e che il Padre nostro non s’aspetta che si sia i contabili minuziosi dei nostri meriti. Ella sapeva adesso che non importa meritare, bensì amare. – FRANÇOIS MAURIAC

Breviario Laico, OSTINAZIONE

Questo voglio, così ordino: la mia volontà valga al posto delle ragioni addotte. – GIOVENALE

Breviario Laico, GLI ANIMALI MAESTRI

Penso che potrei andare a vivere con gli animali, sono così placidi e dignitosi; sto a guardarli a lungo. Non sudano e non piagnucolano sulla loro condizione, non giacciono svegli nel buio … Nessuno è scontento, nessuno è ridotto alla follia dalla mania di possedere cose, nessuno s’inchina a un altro … – WALT WHITMAN

Breviario Laico, IL CONSIGLIO DI TEMISTOCLE

Un ateniese si recò da Temistocle per un consiglio: «Devo maritare una figlia e devo scegliere tra due pretendenti: uno ricco ma stupido e l’altro onesto e intelligente ma povero». E Temistocle: «Meglio un uomo senza beni che dei beni senza un uomo!». – ANTICO ANEDDOTO

Breviario Laico, I CAPPOTTI RUSSI

Molti dei cappotti russi distribuiti ai poveri hanno una piccola toppa nel petto o sulla schiena. Una piccola toppa rotonda che chiude il buco attraverso il quale entrò una pallottola e uscì un’anima. Il mio cappotto ha una piccola toppa proprio in corrispondenza del cuore. È ben cucita e di panno spesso, ma dal forellino che essa copre entra un sottile soffio d’aria gelida anche quando non c’è vento. E il cuore duole, trafitto da quello spillone di ghiaccio. – GIOVANNI GUARESCHI

Breviario Laico, SENZA SCONTI

Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio. Possibilmente senza chiedere sconti. – ROBERTO GERVASO

Breviario Laico, IMPARARE IL TEDESCO

Quando il tedesco che sa scrivere bene si tuffa in una frase, non lo vedi più finché non emerge dall’altra parte del suo Atlantico con il verbo in bocca. – MARK TWAIN

Breviario Laico, DEBITORI

Siamo debitori e non proprietari di quello che abbiamo perché siamo, prima di tutto, debitori di quello che siamo. – FRANCESCO CARNELUTTI

Breviario Laico, CAMMINARE E CORRERE

Non si fa la felicità di molti facendoli correre prima che abbiano imparato a camminare. – JOHN FOWLES

Breviario Laico, LO SFOGO

Oh, amico, non calarti il cappello sulla fronte! Sfoga con parole il tuo dolore: un dolore che non parla si rivolge contro il cuore troppo oppresso e lo spezza. – WILLIAM SHAKESPEARE