Venerdì della 8.a settimana dopo Pentecoste – Festa Santa Teresa Benedetta della Croce

SANTA TERESA BENEDETTA DELLA CROCE VERGINE E MARTIRE, PATRONA D’EUROPA

Festa

Edith Stein nacque a Breslavia in una famiglia ebraica nel 1891.
Frequentò gli studi nella sua città natale, conseguendo ottimi risultati.
A Gottinga seguì i corsi universitari del più stimato professore del momento, Edmund Husserl, il quale volle che Edith, laureatasi a pieni voti, diventasse sua assistente.
Abbandonò la pratica religiosa pur tenendo viva la tensione alla ricerca della verità.
La lettura dell’«Autobiografia» di santa Teresa d’Avila la condusse alla fede cristiana: l’1 gennaio 1922 ricevette il battesimo.
Percorse un cammino scandito, oltre che dalla ricerca interiore, anche da impegni di studio e di insegnamento, che ella svolse con ammirabile dedizione.
Apprezzabile fu la sua azione a favore della promozione della donna, della quale mise in luce le ricchezze peculiari e la missione specifica.
Nel 1934 vestì l’abito religioso nel Carmelo di Colonia, assumendo il nome di Teresa Benedetta della Croce.
Non aveva mai amato le mezze misure: volendo partecipare alla passione di Cristo, accettò di crocifiggere la propria natura in tutto.
Portata alle vette mistiche vide nella croce la via che conduce alla gloria.
Donna di singolare intelligenza e cultura, ha lasciato molti scritti di profonda dottrina e di alta spiritualità.
Trasferita in Olanda per sfuggire alla persecuzione nazista, venne arrestata il 2 agosto 1942.
Morì ad Auschwitz il 9 agosto 1942, offrendo il suo olocausto per il popolo di Israele.
Nel 1998 fu canonizzata da Giovanni Paolo II che, nel 1999, la proclamò compatrona d’Europa.

ALL’INGRESSO

Gal 2, 20

Con Cristo sono stato crocifisso
e non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me.
Vivo nella fede del Figlio di Dio,
che mi ha amato e ha dato sé stesso per me.

Si dice il Gloria

ALL’INIZIO DELL’ASSEMBLEA LITURGICA

Dio dei nostri padri,
riempici della scienza della croce,
di cui hai mirabilmente arricchito
santa Teresa Benedetta nell’ora del martirio,
e, per sua intercessione,
concedi a noi di cercare sempre te, somma Verità,
e di rimanere fedeli fino alla morte
all’eterna alleanza d’amore,
sigillata dal Sangue del tuo Figlio
per la salvezza di tutti gli uomini.
Per Lui, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con Te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

LETTURA

LETTURA AGIOGRAFICA

LETTURA BIBLICA

Os 2, 16. 17b. 21-22

Ti farò mia sposa per sempre.

Lettura del profeta Osea.

Oracolo del Signore.
Ecco, io la sedurrò,
la condurrò nel deserto
e parlerò al suo cuore.
Là mi risponderà
come nei giorni della sua giovinezza,
come quando uscì dal paese d’Egitto.
Ti farò mia sposa per sempre,
ti farò mia sposa
nella giustizia e nel diritto,
nell’amore e nella benevolenza,
ti farò mia sposa nella fedeltà
e tu conoscerai il Signore.

Parola di Dio.

SALMO

Sal 44 (45), 11-12. 14-16

Ecco, lo sposo viene: andate incontro a Cristo Signore.

Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio:
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre;
il re è invaghito della tua bellezza.
È lui il tuo signore: rendigli omaggio. R.

Entra la figlia del re: è tutta splendore,
tessuto d’oro è il suo vestito.
È condotta al re in broccati preziosi. R.

Dietro a lei le vergini, sue compagne,
a te sono presentate;
condotte in gioia ed esultanza,
sono presentate nel palazzo del re. R.

EPISTOLA

Eb 10, 32-38

Avete sopportato una grande e penosa lotta.

Lettera agli Ebrei.

Fratelli, richiamate alla memoria quei primi giorni: dopo aver ricevuto la luce di Cristo, avete dovuto sopportare una lotta grande e penosa, ora esposti pubblicamente a insulti e persecuzioni, ora facendovi solidali con coloro che venivano trattati in questo modo. Infatti avete preso parte alle sofferenze dei carcerati e avete accettato con gioia di essere derubati delle vostre sostanze, sapendo di possedere beni migliori e duraturi. Non abbandonate dunque la vostra franchezza, alla quale è riservata una grande ricompensa. Avete solo bisogno di perseveranza, perché, fatta la volontà di Dio, otteniate ciò che vi è stato promesso.
Ancora un poco, infatti, un poco appena,
e colui che deve venire, verrà e non tarderà.
Il mio giusto per fede vivrà;
ma se cede, non porrò in lui il mio amore.

Parola di Dio.

CANTO AL VANGELO

Cfr. Mt 25, 10

Alleluia.
Questa è la vergine saggia
che il Signore ha trovato vigilante;
all’arrivo dello Sposo è entrata con lui alle nozze.
Alleluia.

VANGELO

Mt 25, 1-13

Ecco lo sposo, andategli incontro!

Lettura del Vangelo secondo Matteo.

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono. A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”. Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”. Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Parola del Signore.

DOPO IL VANGELO

2 Tm 2, 11-12

Se moriamo con Cristo,
vivremo anche con lui;
se con lui perseveriamo,
con lui anche regneremo.

A CONCLUSIONE DELLA LITURGIA DELLA PAROLA

Dio dei nostri padri,
che hai guidato la santa martire
Teresa Benedetta [della Croce]
alla conoscenza del tuo Figlio crocifisso
e a seguirlo fedelmente fino alla morte,
concedi, per sua intercessione,
che tutti gli uomini riconoscano Cristo Salvatore
e giungano, per mezzo di lui,
a contemplare in eterno la luce del tuo volto.
Per Cristo nostro Signore.

SUI DONI

Signore, che hai portato a compimento
i diversi sacrifici dell’antica alleanza
nell’unico e perfetto sacrificio
offerto dal tuo Figlio nel suo Sangue,
accetta benigno e trasforma i doni che ti offriamo
nella festa della tua santa martire
Teresa Benedetta [della Croce].
Per Cristo nostro Signore.

PREFAZIO

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre, qui e in ogni luogo,
a te, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno,
e cantare la tua grandezza che rifulge mirabile
nella santa vergine e Martire Teresa Benedetta [della Croce].
Per esprimere nelle opere la verità del nome cristiano
lieta accolse il sanguinoso tramonto della sua esistenza terrena,
sicura di risorgere libera e vittoriosa dopo i tormenti
e di rinascere in te alla vita del cielo.
Tanto l’affascinò il Signore crocifisso, unico suo amore,
che nessuna forza al mondo poté distogliere questa fedele discepola
dal ricercare il Maestro divino come modello e premio del suo martirio.
Ci uniamo a questa tua serva beata, che oggi onoriamo,
e a tutte le schiere dei santi e degli angeli,
per cantare, esultando, la tua gloria:
Santo…

ALLO SPEZZARE DEL PANE

Ct 8, 6

Ponimi come sigillo suo tuo cuore,
come sigillo sul tuo braccio;
perché tenace come la morte è l’amore.

ALLA COMUNIONE

Tu appena cominci a cercarlo,
e Cristo ti è vicino.
Non può sottrarsi a chi lo desidera,
lui che si è manifestato
a chi non lo attendeva;
poiché Cristo è amore.

DOPO LA COMUNIONE

Padre misericordioso,
a noi che veneriamo santa Teresa Benedetta,
concedi che i frutti dell’albero della croce
infondano forza nei nostri cuori,
affinché, aderendo fedelmente a Cristo sulla terra,
possiamo gustare dell’albero della vita in paradiso.
Per Lui che vive e regna nei secoli dei secoli.